Domenico Della Gatta, presidente ANIF: "Questo semplice test dovrebbe essere introdotto in modo sistematico anche in Italia"

ANIF ha partecipato all’edizione 2022 dell’incontro annuale di FH Europe, federazione europea nata nel 2015 che oggi riunisce 30 associazioni nazionali di pazienti affetti da ipercolesterolemia familiare. Tra le principali tematiche trattate nel corso dell’evento, svoltosi il 5 e 6 novembre a Lisbona, in Portogallo, c’è la necessità di introdurre, in tutti gli Stati europei, uno screening pediatrico universale e sistematico per la patologia.

“L'ipercolesterolemia familiare colpisce 34 milioni di persone in tutto il mondo: sulla base della prevalenza globale della malattia (1 caso su 250 persone), si stima che ci siano quasi 3 milioni di individui affetti in Europa e circa 240mila in Italia”, ha dichiarato Domenico Della Gatta, presidente dell'Associazione Nazionale Ipercolesterolemia Familiare (ANIF), in occasione dell'incontro. “Si tratta di una patologia ancora poco conosciuta, che rappresenta una grande preoccupazione per la salute pubblica. Per questo motivo l'ANIF è al fianco di FH Europe – e della sua presidente Magdalena Daccord, che ringrazio – nella sua battaglia per lo screening della popolazione pediatrica: è necessario individuare il prima possibile i bambini affetti, per consentire loro di essere curati. Questo semplice test (un normale prelievo del sangue) dovrebbe essere introdotto in modo sistematico anche in Italia”.

Clicca qui per leggere il reportage completo dell'incontro 2022 di FH Europe.

 


Il sito www.associazioneanif.it è a cura di Osservatorio Malattie Rare.
Per eventuali problemi o segnalazioni inviare una e-mail all'indirizzo francescofuggetta@hotmail.com.


Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento Maggiori informazioni